Segnalazioni - Whistleblowing

La presente sezione definita di Whistleblowing, in coerenza con quanto previsto dal D.Lgs. del 10 marzo 2023, n. 24, consente ai dipendenti (anche a tempo determinato) ed i collaboratori a qualsiasi titolo (anche volontari) dell'Azienda Sanitaria Locale di Biella - ASL BI, di effettuare Segnalazioni di condotte illecite inerenti a fatti di corruzione ed altri reati contro la Pubblica Amministrazione, fatti di supposto danno erariale o altri illeciti amministrativi di cui siano venuti a conoscenza nell'ambito del rapporto di lavoro e/o attività prestata con l'Azienda ASL BI.

Con deliberazione n. 464 del 20.10.2023 è stato adottato il Regolamento per la gestione di segnalazioni di violazione di normative nazionali e dell'Unione Europea (whistleblowing), in adeguamento  al D.Lgs. del 10.03.2023, n. 24 attuativo della Direttiva UE 2019/1937.

Per qualsiasi segnalazione ricevuta con una delle modalità sotto descritte si riterrà visionata l'INFORMATIVA PRIVACY WHISTLEBLOWING (cliccare per aprire) sulla gestione dei dati personali, modalità di trattamento e periodo di conservazione .   

SEGNALAZIONE TRAMITE PIATTAFORMA INFORMATICA WHISTLEBLOWING:

ASL BI mette a disposizione la piattaforma informatica digitale (cliccare qui per visionare i termini di servizio della piattaforma digitale WhistleblowingPA ), accedendo tramite il seguente link alla PIATTAFORMA  WHISTLEBLOWING  (cliccare per aprire) per la segnalazione in forma riservata che verrà gestita dall'RPCT aziendale e tracciata sull'apposito Registro Trattamento dati del titolare (ASL BI).

L’ordinamento tutela i dipendenti che effettuano la segnalazione di illecito. In particolare, il D.Lgs. del 10 marzo 2023, n. 24 e le indicazioni dell’ANAC prevedono che:

  • nell'ambito del procedimento penale l'identità del segnalante è coperta da segreto sugli atti compiuti nelle indagini preliminari fino a quando l'imputato non ne possa avere conoscenza e, comunque, non oltre la chiusura delle indagini preliminari (art. 329 c.p.p.);
  • nel procedimento erariale di fronte alla Corte dei Conti, l'obbligo del segreto istruttorio è garantito sino alla chiusura della fase istruttoria e successivamente potrà essere disvelata dall'autorità contabile al fine di essere utilizzata nel procedimento stesso;
  • nel procedimento disciplinare attivato dall'amministrazione nei confronti del presunto autore della condotta segnalata, l'identità del segnalante non può essere rilevata, ove la contestazione dell'addebito disciplinare sia fondata su accertamenti distinti ed ulteriori alla segnalazione anche se conseguenti ad essa. Laddove la contestazione sia fondata in tutto o in parte, sulla segnalazione e la conoscenza dell'identità del segnalante sia indispensabile per la difesa dell'incolpato, la segnalazione sarà utilizzabile ai fini del procedimento disciplinare solo in presenza del consenso espresso del segnalante. 

SEGNALAZIONE SCRITTA UTILIZZANDO IL MODELLO MESSO A DISPOSIZIONE:

E' possibile segnalazione e documentazione scritta utilizzando il seguente Modello di segnalazione scritta (con allegata Informativa Privacy ex art. 13) in alternativa alla segnalazione con PIATTAFORMA  WHISTLEBLOWING  (cliccare per aprire). La segnalazione scritta può essere presentata:

  • mediante l’invio all’indirizzo di posta elettronica dedicato dal RPCT - Responsabile Prevenzione della Corruzione e Trasparenza alla ricezione delle segnalazioni: anticorruzione@aslbi.piemonte.it
  • tramite servizio di posta interna – protocollo generale (ufficio protocollo) o per il tramite dell’URP – Ufficio Relazioni con il Pubblico. In tal caso, affinché sia tutelata la riservatezza, la segnalazione deve essere inserita in una busta chiusa con la dicitura “RISERVATA PERSONALE” recante il seguente indirizzo: “Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza dell’Azienda Sanitaria Locale di Biella – ASL BI” - via dei Ponderanesi n. 2 – Ponderano 13875 (BI).

 

SEGNALAZIONE ORALE:

Le segnalazioni interne all’RPCT possono essere effettuate anche in forma orale. L’RPCT o suo incaricato potrà essere contattato tramite centralino, raggiungibile dall’esterno dell’ASL BI al n° 015.15.15.1 o dagli uffici dell’ASL BI al n° 9, al fine di fissare un incontro entro quindici (15) giorni dalla richiesta.

Il contatto telefonico con l’RPCT o suo incaricato è finalizzato esclusivamente a fissare la data dell’incontro.  Alla data dell’incontro l’RPCT, nel rispetto del massimo livello di sicurezza e di tutela della riservatezza del segnalante, provvederà a fornire al segnalante l’informativa privacy del trattamento dati personali ex art. 13 GDPR. Della segnalazione fornita in forma orale verrà redatto verbale scritto che dovrà essere letto, confermato e sottoscritto dal segnalante a cui verrà rilasciata copia.

 

Nella cartella dei DOCUMENTI in fondo alla pagina (Servizio gestione Whistleblowing) è visionabile la documentazione inerente: la NORMATIVA di settore, Il REGOLAMENTO e la PROCEDURA DI SEGNALAZIONE aziendale e nella cartella GESTIONE PIATTAFORMA DI SEGNALAZIONE la documentazione tecnica inerente la piattaforma digitale. 

 

Ultimo aggiornamento: 23/10/2023 10:52:07